Background Image

Quali canali di comunicazione per la tua strategia digitale?

0
0
0
s2sdefault

Partiamo da un presupposto: non può esistere una strategia digitale efficace senza chiari obiettivi di marketing e senza una strategia di marketing alla base. Dopo aver individuato i tuoi obiettivi di marketing e di comunicazione e dopo aver determinato target e personas, allora puoi iniziare a valutare quali strumenti da utilizzare. Io ti consiglio di partire da due domande.

1. Dove si trova il mio potenziale pubblico?

Una strategia digitale che funziona ti permette di ottimizzare gli sforzi, ottenendo il massimo dei risultati dai tuoi investimenti. Per poter capire quali canali di comunicazione utilizzare, devi prima analizzare i comportamenti dei tuoi potenziali clienti online. Social network, email marketing, blogging, Adwords: tutti questi strumenti sono performanti per alcuni obiettivi e alcuni target e completamente inefficaci per altri. Più a fondo conosci il tuo potenziale pubblico e le sue abitudini, più saprai comporre una strategia digitale proficua, andando a investire soltanto sugli strumenti che possono davvero portarti risultati.

2. Qual è il mio budget a disposizione?

Questa domanda non è meno importante della precedente. Poniamo che per i tuoi obiettivi risultino ugualmente efficaci i social network e l’email marketing: se il tuo budget non ti permette di impostare una strategia continuativa su entrambi questi canali, meglio fare una selezione e concentrarti su un numero minore di strumenti, inglobandoli in una strategia digitale in grado di ottenere il meglio da ognuno di essi.

I canali di comunicazione più adatti, quindi, sono quelli che costituiscono il punto d’incontro tra la presenza di pubblico predisposto alla conversione e il budget a tua disposizione per guidare questo processo. Se questo ti sembra poco… beh, non è tutto qui!

Un canale di comunicazione gratuito non è un canale a costo zero

Alcuni strumenti di comunicazione prevedono necessariamente un budget dedicato: impossibile fare inserzioni Adwords senza investire del denaro. Altri media, invece, permettono un utilizzo gratuito: è il caso dei social media, la cui resa è però solitamente inferiore, in termini di risultati, in assenza di promozioni e azioni a pagamento.
Anche per i canali parzialmente gratuiti, quindi, devi chiederti se sei in grado di ottenere risultati soddisfacenti senza investimenti pubblicitari, oppure quanto è necessario investire per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Infine, il budget non si misura soltanto in termini di denaro, ma anche di tempo a tua disposizione, soprattutto se decidi di gestire la comunicazione internamente.Ogni canale richiede un piano specifico e tempo per la pianificazione, per la realizzazione dei contenuti, per la gestione della community e per l’analisi dei risultati.

Se non hai le competenze o il tempo per farlo, dovrai calcolare il costo di un professionista all’interno del tuo budget, oppure di un dipendente adeguatamente formato. Se, invece, la tua attività coinvolge poche persone e ti occupi tu in prima persona di tutto ciò che riguarda il marketing e la comunicazione, dovrai tenere conto del fattore tempo a disposizione.

Anche quando per la tua strategia digitale risultano efficaci più canali di comunicazione, se il budget o il tempo a disposizione ti impongono dei limiti scegli sempre la qualità rispetto alla quantità: meglio uno o due canali di comunicazione ben gestiti che una presenza su moltissimi canali, gestita male o con discontinuità. Il budget riservato al professionista non è denaro sottratto ai tuoi canali di comunicazione, è denaro investito nell’ottenimento dei migliori risultati dalla tua presenza online!

Se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicato il prossimo articolo, iscriviti alla Newsletter!

Tags: Content marketing, Social media